• 1 Compila il form in un minuto

  • 2 Confronta le diverse proposte e risparmia

  • 3 Personale addetto e formato per assistenza professionale ai clienti

Medico Dirigente Ospedaliero e Assicurazione Professionale. Perché si parla di Colpa Grave

Il dirigente medico ospedaliero gode della copertura assicurativa come disciplinato dall’art. 21 del CCNL del 3 novembre 2005 - Area della dirigenza medico-veterinaria del SSN e s.m.i. In pratica il medico ospedaliero “salvo le ipotesi di dolo e colpa grave” è coperto dalla polizza che stipula l’azienda sanitaria.

Leggi tutto...
 

Stipulare una Polizza RC Psicologo presuppone un’adeguata riflessione elaborata con l’ausilio di consulenti assicurativi specializzati nel settore dell’Assicurazione professionale per Psicologi e altri operatori sanitari.

Leggi tutto...
 

Con le nostre polizze svilupperai al meglio il tuo lavoro!

 

 

 

Lo Studio Legale Palma & Partners del Prof. Avv. Giuliano Palma ha stipulato una convenzione con i Clienti della Belardo Broker srl per consentire agli stessi di ottenere tariffe agevolate sui servizi dello Studio Legale. Tra i servizi è inclusa la consulenza e assistenza legale ed eventuale rappresentanza in giudizio nella RC Professionale nel mondo intero.

 

Il testo della convenzione è scaricabile cliccando qui.

 

Per contatti e altri riferimenti dello Studio Legale rimandiamo al sito istituzionale www.avvocatogiulianopalma.it

 

 

Polizza Rc professionale Medici a secondo Rischio o in Coassicurazione.

La stipula di una polizza Rc professionale Medici deve sempre essere preceduta da una attenta valutazione delle condizioni di polizza che contraddistinguono le diverse proposte presenti nel Mercato Assicurativo.

Tale fase di confronto e valutazione  talvolta può dimostrarsi particolarmente complessa.

Le condizioni di contratto che caratterizzano una polizza di assicurazione professionale medici infatti sono varie  e talvolta non ovvie.

In particolar modo maggiori dubbi insorgono  qualora sia  presente una precedente copertura assicurativa e durante la decorrenza della stessa ne venga stipulata una aggiuntiva.

In tal caso, a seconda delle diverse Compagnie, la polizza Rc Medica può prevedere:

-  copertura a secondo
-  coassicurazione  ex art. 1910 c.c.

-Copertura a secondo rischio.

Nel caso in cui sussiste la compresenza di altre coperture assicurative la polizza Rc Professionale Medici in questione non opererà a primo rischio ma interverrà solo per le somme del danno eccedenti il massimale delle altre polizze Rc Medico e in esaurimento dello stesso.

- Coassicurazione ex art. 1910 c.c.

Diversa è la condizione di coassicurazione . In tal caso infatti ,con la presenza di più polizze Rc professionale medici,  l’Assicurato può chiedere a ciascun Assicuratore l’indennità dovuta secondo il rispettivo contratto a condizione che le somme richieste non superino l’ammontare del danno.

La procedura per l’acquisto di un’assicurazione professionale medici on-line è semplice.

Calcolando on-line un preventivo gratuito,  dal nostro sito internet riceverà tutte le indicazioni relative alla Sua polizza Rc Medico in termini di prestazioni assicurative, caratteristiche della polizza e l’importo totale da pagare.

 

Fai il preventivo

 

La scelta di una polizza assicurativa a tutela dei rischi professionali è un operazione che presuppone una attenta meditazione coadiuvata con la partecipazione di consulenti specializzati nel ramo così da effettuare un confronto concreto di condizioni di polizza e tariffe con prezzi di mercato competitivi.

In primis la polizza rc professionale è obbligatoria da agosto 2014 e tale adeguamento riguarda anche tutto il comparto sanitario (medici, dentisti, paramedici) compresi i giovani medici neolaureati e neoabilitati esclusi i dipendenti pubblici.

Il primo aspetto da considerare è il massimale di copertura. Il massimale è il massimo esborso che la Compagnia di assicurazione accetta di corrispondere nel caso in cui avvenga un sinistro.
Ritengo parzialmente adeguati massimali inferiori al milione di euro se si parte dal presupposto che una polizza di responsabilità civile debba trasferire serenità al medico nel caso in cui avvenga un sinistro che coinvolge in ogni caso la salute e la vita umana del paziente.

 

L'inquadramento del medico è la prima informazione che richiediamo nella fase della quotazione. È fondamentale sapere se il medico è un libero professionista, se è convenzionato, se è un dipendente con intramoenia oppure con extramoenia. Se il medico è inquadrato come ospedaliero normalmente verrà coperto con un'assicurazione limitata alla sola colpa grave. Se viceversa è un libero professionista o lavora con attività extramuraria è imprescindibile scegliere una polizza che copra la colpa professionale senza limitazione (quindi con colpa lieve e grave).


Altro elemento è la franchigia. La franchigia è l'importo fisso che in caso di sinistro resta a carico dell'assicurato. Spesso durante la stipula del contratto assicurativo il medico richiede in ogni caso una copertura senza franchigia. In realtà una franchigia di qualche migliaio di euro permette di abbattere notevolmente il costo annuale della polizza, soprattutto per i medici che praticano interventi chirurgici per i quali il premio annuale (il premio nelle assicurazioni è il prezzo della polizza) è particolarmente elevato (il problema si pone in maniera rilevante per i ginecologi con assistenza al parto, i chirurghi plastici ed estetici, gli anestesisti e gli ortopedici). Potrebbe capitare però che la stessa Compagnia non dia scelta al medico di inserire o meno la franchigia.


Di non minore importanza sono le "esclusioni" che da quanto mi risulta sono presenti in tutti i contratti di assicurazione di responsabilità civile professionale. La polizza è strutturata in questo modo: da un lato sono elencate le attività coperte e dall'altro quelle che non sono comprese in copertura. Le esclusioni normalmente riguardano il vizio del consenso informato, fatti già noti al momento della stipula della polizza, ipotesi di sospensione e radiazione dall'alba professionale, la mancata rispondenza del risultato per interventi con finalità estetiche.


Aspetto tecnico fondamentale da tenere in conto è la retroattività o pregressa. Oggi la totalità delle assicurazioni rc professionali per medici è in regime "claims made": vuol dire che la compagnia interviene per gli errori professionali denunciati dal medico durante la vita della polizza. È chiaro che tra la prestazione medica e una eventuale richiesta di risarcimento possono passare anni. Quindi se oggi mi assicuro dovrò preoccuparmi di avere una adeguata retroattività così da coprire i fatti professionali di diversi anni addietro se questi dovessero generare una richiesta di risarcimento pervenuta al medico per la prima volta dopo la stipula della polizza.

Se la richiesta di risarcimento viene denunciata dopo la scadenza di una polizza non rinnovata, quest'ultima non interverrà nel sinistro salvo il caso in cui sia operante la garanzia "postuma" o "ultrattività". Spesso la postuma è concessa solo nel caso di cessazione definitiva dell'attività professionale come nel caso del pensionamento.
Quindi se cambio compagnia devo fare molta attenzione che nella nuova polizza sia operante la retroattività almeno per 5 anni.


I nostri uffici sono a contatto quotidianamente con medici, dentisti, personale sanitario non medico e tali consigli pratici non sono altro che le risposte alle più frequenti domande che ci pervengono nel momento della richiesta della polizza rc professionale.


Se per la tua polizza professionale hai bisogno di una consulenza di esperti che quotidianamente  e specificamente lavorano in questo particolare settore puoi chiedere un preventivo on line dal nostro sito internet e per approfondimenti o dubbi puoi parlare con un nostro operatore.

Dott. Antonio Belardo, Broker di Assicurazioni

 

Slitta ad Agosto 2014 l’obbligo di Assicurazione RC professionale per i medici

E’ stato approvato l’emendamento, contenuto nel Decreto legge di proroga in materia sanitaria, che ha rimandato per un ulteriore anno l’obbligo, posto in capo a tutti i professionisti del settore medico - sanitario, di stipulare una polizza di Responsabilità civile professionale.

Leggi tutto...
 

 

1 Migliaia di Medici ci hanno già scelto

2 Il Broker non è vincolato a nessuna compagnia e seleziona per te la polizza più conveniente

3 Ti assistiamo prima, durante e dopo con personale formato e qualificato.

 

 

Esempi di preventivo

 

Giovane medico: da € 265,00/anno

 

Medico di base convenzionato: da € 135,00/anno

 

Medico generico libero professionista: de € 330,00/anno

 

Odontoiatra libero professionista: da € 363,00/anno

 

Medico specialista libero professionista che non effettua atti invasivi: da € 339,00/anno

 

Medico specialista libero professionista che effettua atti invasivi esclusi interventi chirurgici: da € 440,00/anno

 

Ortopedico libero professionista solo ambulatoriale che effettua infiltrazioni: da € 880,00/anno

 

Ginecologo Ambulatoriale libero professionista: da € 2.447,25/anno

 

 

 

Come funziona?

L' Assicurazione RC Professionale per i medici, opera nel caso non augurato in cui il Medico riceva una richiesta di risarcimento danni per errore professionale. La Compagnia interviene sostituendosi al Medico per il pagamento relativo al danno arrecato al paziente e/o ad altri soggetti interessati.

 

Chi puo farla?

Chi puo fare un' assicurazione professionale medici? quale specifico ramo professionale?

1. libero professionista oppure dipendente del SSN con extramoenia;
2. convenzionato col SSN in qualità di medico di base, pediatra di libera scelta, medico di continuità assistenziale (ex guardia medica);
3. dipendente del SSN con intramoenia ed in tal caso il mercato è orientato per coperture limitate alla sola colpa grave;
4. dipendente di struttura sanitaria privata;
5. inquadramenti atipici che normalmente sono assimilati per normato e tariffe al libero professionista.

Un discorso autonomo meritano i giovani medici intendendo coloro che sono iscritti all'Albo da meno di n.4 anni. Il mercato in tal caso fornisce proposte ad hoc con premi agevolati.

 

Perché farla?

L’assicurazione RC professionale a tutela della delicata professione del medico è stata resa obbligatoria da agosto 2014. Inoltre l’attività umana in generale e quella sanitaria in particolare è caratterizzata in ogni caso da margini di incertezza.

L’esistenza poi di una frequente casistica di responsabilità medica, incrementa notevolmente l’esigenza di assicurare i relativi rischi prima ancora di considerare l'obbligatorietà.

Con chi farla?
L’assicurazione RC professionale Medici, presuppone un’adeguata riflessione elaborata con l’ausilio di consulenti assicurativi specializzati nello specifico settore della RC professionale medici.

I consulenti di Belardo Broker srl ricercano sul mercato nazionale ed estero la polizza più idonea, proponendo un mix ottimale di coperture assicurative a costi contenuti con adeguata retroattività.

Le polizze professionali da noi proposte coprono efficacemente la responsabilità civile derivante dal verificarsi di un sinistro relativo alla professione.  Il nostro obiettivo è fornire una adeguata serenità alla delicata attività quotidiana dei nostri Clienti.

Prima di stipulare il contratto assicurativo invitiamo a leggere i nostri consigli.

 

Alcune statistiche

In un anno, secondo i dati di una ricerca Eurisko del 2007, gli errori professionali che si verificano in ospedale coinvolgono 32 mila persone. A questi dati si aggiungono quelli dell’Ania (l’Associazione Italiana imprese assicuratrici) secondo la quale sarebbero 30 mila ogni anno le denunce e le richieste di risarcimento danni e 15 mila le cause che finirebbero ogni anno in tribunale. L’errore sanitario è un fenomeno rilevante nel nostro sistema sanitario, assai più di quanto si immagini, con conseguenze che vanno in una duplice direzione:

• danni al paziente e ai suoi familiari
• danni ai medico, quando il magistrato accerta la sua responsabilità nell'esercizio della professione.


C’è da considerare che otto medici su dieci con almeno 20 anni di anzianità professionale, sono stati sottoposti a un’inchiesta, per un presunto errore, almeno una volta.


Dunque, è possibile affermare che, oltre ad un indiscusso prestigio sociale la professione di medico è sottoposta a costanti possibilità di errori e imprevisti che se mal gestiti possono compromettere seriamente la carriera, e nondimeno il patrimonio personale. I contenziosi con i pazienti per casi di presunte prestazioni mediche non corrette sono in continuo aumento, ma con una polizza adeguata è possibile individuare le soluzioni ad hoc capaci di realizzare una completa assicurazione dei rischi professionali per tutelare l'attività.

 
 

1. A chi è rivolta la proroga

E’ stata posticipata al 13 agosto 2013 l’entrata in vigore, per tutte le professioni, dell’obbligatorietà delle assicurazioni Rc professionali.

Il rinvio della disposizione, definita con l’art. 5 comma 2 del decreto 138/2011, è avvenuto sotto la spinta degli stessi ordini professionali che lamentavano una disciplina al quanto carente sotto alcuni aspetti.

Inizialmente il Consiglio dei Ministri aveva deciso di esonerare, fino al 2013,  solo le professioni sanitarie,  ma in seguito alle ulteriori problematiche sollevate  da tutti gli altri professionisti, si è deciso di disporre  la proroga anche per le professioni relative all’ambito tecnico e legale.

 

Leggi tutto...
 

1. Legge 148/2011

Il 13 agosto 2012 entrerà in vigore la riforma degli ordini professionali mediante l’approvazione del Decreto Legge n. 138/2011, convertito in legge n. 148/2011. Tale riforma (art. 3, comma 5 lettera e)  renderà obbligatoria, per tutti i professionisti,  la stipula di una polizza assicurativa di Responsabilità civile a protezione del rischio professionale.

 

“…a tutela del cliente, il professionista e' tenuto a  stipulare idonea  assicurazione   per   i   rischi   derivanti   dall'esercizio dell'attività professionale(…)”

 

 

2. Chi deve assicurarsi

La stipulazione di una polizza assicurativa diventa obbligatoria anche per i professionisti del mondo sanitario (medici, infermieri e farmacisti) anch’essi tenuti ad informare i pazienti circa la propria copertura assicurativa  indicandone gli estremi e il relativo massimale. (legge n. 148 /2011)

E’ inoltre necessario sottolineare come l’obbligo di assicurazione istituito, vada a riprendere in parte la normativa europea che permette esclusivamente ai professionisti assicurati di esercitare, anche solo occasionalmente, l’attività di medico fuori dal territorio italiano.

 

Leggi tutto...
 

Le ipotesi di errore sanitario o caso di malasanità producono alternativamente:

 

        1. la sola responsabilità civile professionale del 

medico

      ;

 

        2. la sola responsabilità civile della 

struttura sanitaria

      ;

 

        3. la responsabilità civile 

congiunta 

      del medico e della struttura sanitaria.

 

In riferimento alla sola responsabilità civile della struttura sanitaria la Cassazione ha più volte ribadito che è identica la responsabilità civile di una struttura sanitaria pubblica o privata non potendosi avere differenze di responsabilità o di risarcimento in funzione della natura pubblica o privata della casa di cura.


La responsabilità civile della sola casa di cura riguarda ad es. la prestazione di natura alberghiera, l’obbligo di messa  a disposizione del personale medico ausiliario, l’apprestamento di tutte le attrezzature necessarie anche in caso di emergenza.

Leggi tutto...
 

La compilazione del questionario per la stipulazione di polizze di responsabilità civile professionale per medici rappresenta un momento di fondamentale importanza poiché la correttezza delle informazioni riportate nel questionario costituisce una garanzia in merito alla validità della polizza professionale del Medico.

Leggi tutto...
 
  • Facebook: BelardoBroker
  • Google+: +BelardoBrokersrl

Video

| + - | RTL - LTR